Essere madre, la sensualità da insegnare alla figlia

/Essere madre, la sensualità da insegnare alla figlia
Essere madre, la sensualità da insegnare alla figlia 2017-03-24T00:30:49+00:00

Project Description

Essere madre, una meravigliosa vita complicata

 

Essere madre è davvero molto complesso.

Esserlo di una o più figlie femmine, poi, lo è ancor di più. Quello tra le madri e le figlie femmine è un legame a dir poco speciale che, nel corso del tempo, si rafforza sempre di più.

Le madri, però, devono fare molta attenzione a non essere considerate dalle loro figlie alla stessa stregua delle amiche.

Una madre, al contrario, ha il compito rappresentare un vero e proprio punto di riferimento e, pertanto, pur avendo il dovere di instaurare un rapporto basato sulla complicità con le proprie figlie, deve cercare di non consentire loro di andare al di là del limite consentito.

Una cosa è certa: ogni madre per una figlia rappresenta un esempio da seguire.

Per tale ragione, è estremamente necessario fare molta attenzione ed evitare di far messaggi sbagliati. Senza alcun dubbio, uno dei compiti di una madre è quello di insegnare la sensualità alle proprie figlie.

Sensualità: gli insegnamenti delle madri

Quando si parla di sensualità è necessario tenere conto del fatto che si ha a che fare con un argomento decisamente molto complesso.

La sensualità deve essere raffinata e mai eccessiva e deve riuscire a catturare l’attenzione senza, però, essere necessariamente messa in evidenza.

Insomma, la sensualità è più un’arte che un’attidudine e alle madri spetta il compito di far capire questo concetto apparentemente così complesso alle loro figlie.

Il segreto sta nel riuscire a far comprendere loro che essere eccessivamente appariscenti o volersi far notare ad ogni consto non solo non ha alcunché di sensuale ma, al contrario, può essere considerato un atteggiamento goffo e niente affatto spontaneo.

Come è facile intuire, non si tratta certo di un insegnamento facile.

Tra le altre cose, è interessante sottolineare il fatto che molto spesso le ragazze tendono a seguire i modelli lanciati, ad esempio, dalla TV e, pertanto, rischiano di essere fuorviate.

La cosa più importante è quella di riuscire a seguire la crescita delle proprie figlie passo dopo passo, provando a dare loro esempi concreti.

Solo in questo modo, pertanto, le mamme avranno la possibilità di dimostrare alle loro figlie che si può essere sensuali anche in jeans e maglietta, magari struccate e con un’acconciatura di certo non curata.

La femminilità deve andare di pari passo alla sensualità ed è compito della madre mettere bene in evidenza questa sinergia.

Madri e figlie: cosa fare quando nascono i contrasti

Quando le figlie cominciano a crescere, il rapporto con le madri nella maggior parte dei casi tende a mutare e, dunque, non è affatto semplice da parte di queste ultime impartire insegnamenti di vario genere.

In un mondo sovraesposto dal punto di vista mediatico, poi, è normale che le mamme siano sempre più preoccupate in merito al rapporto con la sensualità da parte delle proprie figlie.

Selfie, social network, chat possono rappresentare una vera e propria tentazione per tutte le ragazze.

In questa società votata esclusivamente all’apparire più che all’essere, il messaggio che passa è semplice: più ci mostra e più si appare sensuali agli occhi degli altri.

Per riuscire a scardinare simili modelli le parole servono davvero a pochissimo e, pertanto, come anticipato, ciò che contano sono gli esempi.

Ciò vuol dire che devono essere per prime le mamme a rifuggire da ogni genere di vetrina virtuale pur di ottenere qualche like in più. Dire ad una figlia di non postare un selfie sul proprio profilo Facebook ma farlo equivale a sconfessarsi.

La medesima cosa vale per gli atteggiamenti, il modo di vestire e il modo di approcciarsi con il mondo. La chiave di lettura delle giovani ragazze è molto semplice: ciò che fa una madre è corretto e, pertanto, replicabile.

Questo non vuol dire che le madri devono privarsi di tutto ma piuttosto che a loro spetta il compito di far capire alle figlie ciò che è giusto e ciò che, invece, è sbagliato.

Scendendo più nel dettaglio, è necessario, ad esempio, che le madri normalizzino la bellezza. A tutte le madri fa piacere che la propria figlia sia bella ma ciò non vuol dire che questa caratteristica debba trasformarsi nel suo unico punto di forza.

Al contrario, la mamma deve riuscire a far capire alla propria figlia che oltre alla bellezza estetica che, peraltro, nel tempo è soggetta a mutamenti, c’è davvero molto di più. Le mamme, inoltre, devono riuscire a far comprendere alle ragazze che la sensualità non si nasconde di certo dietro l’omologazione.

Al contrario, più si riesce a dare libero sfogo alla propria personalità e più di è sensuali.

Alle volte, anche un difetto fisico può essere nascosto o reso bello grazie ad una personalità forte e coinvolgente.

In sintesi, ogni mamma deve riuscire a far capire alla propria figlia che la sensualità non è nulla di più che una combinazione di tutta una serie di variabili di cui i canoni estetici sono solo un piccolo tassello. In questo modo, ogni ragazza avrà la possibilità di acquisire consapevolezza di sé e, soprattutto, di stare bene con se stessa, con gli altri e con la propria mamma.

Solo capendo che tutte le donne sono belle, le ragazze avranno la possibilità di sfoggiare una sensualità naturale e priva di ogni genere di artificio.